Proroga imposte 2020

0
2036

Gentile Iscritto,
con un comunicato stampa pubblicato ieri in serata, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha reso noto che è in corso di emanazione il DPCM che proroga dal 30 giugno al 20 luglio il termine di versamento del saldo 2019 e del primo acconto 2020 ai fini delle imposte per:
i contribuenti interessati dall’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA)
• i contribuenti aderenti al regime forfetario.

Rimangono fermi i termini ordinari per:
• persone fisiche che NON esercitano attività d’impresa o di lavoro autonomo, neppure tramite partecipazione a società o associazioni “trasparenti”
• i contribuenti che svolgono attività d’impresa o di lavoro autonomo per le quali non sono stati approvati gli ISA;
• i contribuenti che svolgono attività d’impresa o di lavoro autonomo per le quali sono stati approvati gli ISA, ma che dichiarano ricavi o compensi superiori al previsto limite di 5.164.569 euro;
• gli imprenditori agricoli titolari solo di reddito agrario.

La proroga, infine, non incide sui soggetti IRES che si sono avvalsi del differimento dei termini disposto dal decreto Cura Italia.
Per tali soggetti i suddetti versamenti devono avvenire entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di approvazione del bilancio, ferma restando la possibilità di differire il versamento di 30 giorni, con la maggiorazione dello 0,4% a titolo di interesse corrispettivo.
Pertanto, in relazione a tutte le società che approveranno i bilanci dell’esercizio 2019 nel mese di giugno, i versamenti del saldo 2019 e del primo acconto 2020 delle imposte dirette e dell’IRAP avranno quale scadenza il 31 luglio 2020, ovvero il 31 agosto 2020 con la maggiorazione dello 0,4%.
Si attendono comunque opportuni chiarimenti da parte dell’Amministrazione Finanziaria, fermo restando che è necessaria l’emanazione del relativo DPCM.